Crea sito

Ti sarà inviata una password per E-mail
check out the best free wordpress themes

Split è un film del 2016 diretto da M. Night Shymalan, regista di The Visit e del Sesto Senso. Nel cast abbiamo Anya Taylor-Joy, James McAvoy, Jessica Sula, Haley Lu Richardson e Betty Buckley.

Split racconta di tre adolescenti, Claire, Marcia e Casey, che vengono rapite da Dennis, una delle 23 personalità che vivono nel corpo di Kevin Crumb (McAvoy), vittima lui stesso di abusi infantili che gli hanno causato un disturbo dissociativo dell’identità. Al suo fianco c’è la psicologa Karen Fletcher (Buckley) che nel corso degli anni lo ha curato rendendolo una persona più o meno stabile.

Più della metà del film è ambientato in una singola stanza, dove vengono messe in ostaggio le tre ragazzine e dove continuano a susseguirsi le personalità del giovane psicopatico. Abbiamo Dennis che è la personalità più diligente, Patricia la mamma premurosa, Hedwig il piccolo di casa e Barry, l’appassionato della moda. Su 23 personalità 4 sono quelle predominanti, ognuna completamente diversa dall’altra.

Penso che tutti siano d’accordo con me se io dicessi che Split viene completamente messo in piedi dalla straordinaria performance di James McAvoy che riesce a dare un tono a tutte le personalità di Kevin. McAvoy in passato non ha mai avuto ruoli importanti o di massima rilevanza, solo ultimamente, avendo preso parte alla nuova trilogia degli X-Men, interpretando il giovane Professor Xavier, è riuscito a dimostrare ciò che vale.

Split - Patricia

Split è un crescendo di ansia e di intensità, questo lo spettatore lo percepisce. Il fatto che Kevin cambia molto spesso personalità, passando dal cattivo al buono e viceversa, non smuove minimamente l’intensità che M.Night Shyamalan ha voluto creare, anzi, continua ad alimentarla.

Ma il fatto che il tutto sia ambientato in un’unica location fa sì che Split abbia ben poco da offrire in termini di dinamicità e di avvenimenti, rendendo la storia si molto lineare e con pochi fronzoli, ma allo stesso tempo anche un po’ piatta e scialba. Fortunatamente Shyamalan ha visto lungo e ha scelto attori eccezionali che hanno regalato interpretazioni che difficilmente hanno stancato.

Durante la produzione di Split, Shyamalan aveva chiamato Joaquin Phoenix per il ruolo da protagonista, ma per motivi di contratto non sono riusciti a firmare, così è stato scelto James McAvoy. Sicuramente anche Phoenix sarebbe riuscito a regalare un interpretazione indimenticabile, forse un po’ più matura dovuta all’esperienza trentennale dell’attore, ma meno pazza e schizzata di una giovane “leva”.

Dopo l’uscita di Split, M. Nigh Shyamalan ha confermato un sequel spirituale chiamato Glass.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e Twitter per aggiornamenti e novità!

Split
7.4Overall Score
Regia7.6
Fotografia7.5
Sceneggiatura7.2
Share This